INSEGNE

Da oltre 30 anni progettiamo e realizziamo tutto internamente, inclusi telai e strutture portanti.
Gestiamo pratiche e richieste comunali: permesso, SCIA, e belle arti.

Cassonetti, masselli, luce diretta ed indiretta, totem, LED, bandiere, neon, alluminio, ottone, ferro, acciaio, forex e pellicole sono solo alcuni dei materiali e prodotti con cui lavoriamo giornalmente.

NEON

Le origini

La lampada  neon nasce in Francia ai primi del novecento  esattamente nel 1909 e sin dalla nascita si impone come soluzione ideale per l’illuminazione. L’intuizione di usare il neon come pubblicità avviene nel 1912 quando viene installata la prima insegna al neon presso un negozio di un barbiere.

Costi e prezzi

Il tubo neon nei tempi di maggior utilizzo ha avuto costi industriali paragonabili alle altre fonti di illuminazione, mentre le insegne sagomate avevano prezzi sicuramente superiori.

Oggi viceversa le lampade al neon sono articoli ricercati, hanno finiture di pregio e soprattutto vengono ancora oggi costruite una ad una su misura, i soffiatori di neon sono artisti che non hanno niente da invidiare ai soffiatori di Murano e Burano

Caratteristiche del Neon

Le luci al neon hanno illuminato nel tempo le città di tutto il mondo, ma naturalmente gli Stati Uniti sono stati i maggiori utilizzatori di tale tipo di illuminazione. Times Square è diventata famosa grazie alle insegne al neon  la cui luce viene nettamente distinta dagli astronauti che ruotano intorno alla terra. Sono state costruite plafoniere al neon, lampade da terra, lampade da tavolo, lampadari antichi, lampadari moderni, sagome al neon e grazie a centraline elettroniche il neon ha permesso di movimentare tutte le insegne.

Il neon ha dominato la scena mondiale delle lampade sino agli inizi degli anni duemila, quando i LED (light emitting diode) hanno cominciato ad imporsi nei mercati come fonte di illuminazione

Utilizzo del neon

La lampada  neon nasce in Francia ai primi del novecento  esattamente nel 1909 e sin dalla nascita si impone come soluzione ideale per l’illuminazione. L’intuizione di usare il neon come pubblicità avviene nel 1912 quando viene installata la prima insegna al neon presso un negozio di un barbiere.

LED

I Led furono  inventati nel 1962 ma differentemente dalla lampada al neon all’inizio ha stentato ad imporsi, in quanto il colore poteva essere solo rosso, aveva costi molto alti e non si intravedevano ancora le grandi  potenzialità, ma dall’inizio del ventunesimo secolo non solo ha sostituito la lampada al neon ed i tubi al neon sia nelle illuminazioni pubblicitarie che in quelle industriali, ma è diventata la fonte di illuminazione per eccellenza. Oggi si costruiscono lampadine e lampade a led, si usano i LED per i televisori, per le illuminazioni stradali  ecc…. L’enorme consumo di diodi LED ha abbattuto i costi di produzione ed oggi il prezzo ridotto ha fatto in modo che le lampade LED ed i LED in generale siano la fonte di illuminazione più economica e con il miglior rapporto lumen costi.

Ma la lampada al neon,  o meglio il tubo neon, piano piano dopo un decennio in cui si credeva fosse arrivato alla fine, grazie alle nuove generazioni di architetti di tutto il mondo, ha intrapreso una nuova vita. Non più solo fonte di illuminazione di insegne, è diventato sempre di più elemento d’arredo. Troviamo lampade al neon in uffici, appartamenti e negozi di design. Anche l’arte ha dato al neon una nuova vita,  pittori di tutto il mondo usano il neon  nei loro quadri come elementi aggiuntivi. Grandi siti specializzati di arredamento come HOUZZ hanno al loro interno una sezione dedicata al neon come lampada decorativa.